#DopoAgribu. Ancora eventi dal 16 al 26 ottobre 2018

Close Icon
   
Contact Info     Tel e fax: 051.802888

Ritorna Agribu! Dal 6 al 15 ottobre 2018

Accadde per la prima volta 25 anni fa al Piazzale della Gioventù, quando, tra lo stupore e la curiosità dei budriesi, cominciarono ad arrivare autocarri carichi di mucche, tori, pecore ed animali d’allevamento di ogni tipo. Era la prima edizione di Agribu, una manifestazione indetta dall’Amministrazione Comunale per mettere il mondo agricolo locale a contatto con i consumatori e renderli partecipi allo svolgimento dei temi riguardanti un settore così vitale ed importante per la città di Budrio. Un quarto di secolo che ha visto avvicendarsi le tematiche della produzione agricola come l’allevamento, i cerali, il latte, la patata, il vino ecc.

Il 2018 è stato decretato dai Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari, dei Beni Culturali e del Turismo l’anno internazionale del Cibo Italiano nel Mondo. Nell’intento di proseguire e dare il proprio contributo ad una promozione così importante per l’economia del nostro Paese, Agribu ha deciso che il tema di questa edizione sarà la pasta, l’elemento più tradizionale del nostro cibo, la cui materia prima ha origini, ancora una volta, da quel mondo agricolo che trova a Budrio eccellenze straordinarie.

Il cibo si collega ad altri punti di forza del nostro Paese come l’arte, il paesaggio e la cultura, promuovendo un nuovo turismo integrato che invita i visitatori alla ricerca di cibi salutari di alta qualità e di musei, opere d’arte e quanto di meglio offre l’Italia. La Pro Loco, nell’organizzazione di questa 25a edizione di Agribu, non ha voluto essere da meno; la buona cucina, proposta dall’ormai collaudato team della manifestazione, offre la possibilità di far visita a quanto di meglio dispone la nostra comunità in termini museali e artistici e alle mostre d’arte che verranno realizzate per l’occasione.

La pasta, in quanto patrimonio del nostro Paese, sarà raccontata attraverso una serie di conferenze specifiche da esperti, dietologi, nutrizionisti che ce ne insegneranno un consumo corretto. Farine biologiche di cerali diversi per la produzione di tipologie di pasta specifiche per ogni tipo di dieta saranno rappresentate da aziende produttrici del nostro territorio. In armonia e stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale, nella serata conclusiva di domenica 14 ottobre, al Teatro Consorziale, sarà consegnato il Premio Pro Loco 2018 all’azienda Checchi & Magli, punto di riferimento imprenditoriale budriese, che nel corso di oltre quarant’anni di attività, attraverso la produzione di macchine agricole innovative, si è messa in luce a livello mondiale esportando in sessanta nazioni in tutti i continenti. L’atrio del Palazzo Comunale ospiterà la sua storia e Piazza Filopanti la mostra della sua produzione.

Durante la settimana culminante della manifestazione sarà dato ampio spazio alle attività culturali con mostre d’arte, antichi mestieri e, nel piazzale della Stazione di Via Verdi, si svolgerà la consueta mostra animali da allevamento dedicata a bambini e adulti. Tra le molteplici iniziative culturali, si segnala la presentazione del libro che racconta l’eroismo di Enrico Cocchi in occasione dell’80° anniversario della sua tragica scomparsa, alla quale seguirà una cerimonia alla presenza dell’Amministrazione, delle autorità militari, di Comune e Pro Loco di Remanzacco, che si concluderà con la Santa Messa e posa di corona al cimitero di Cento.

A completamento dell’offerta di Agribu, spettacoli musicali, balli, raduni d’auto d’epoca e l’immancabile gastronomia del ristorante della Pro Loco “Dalla Terra alla tavola” che, come sempre, proporrà i piatti della tradizione con prodotti del nostro territorio, ad eccezione della serata conclusiva dedicata alla cucina della Valle d’Aosta.

Un doveroso ringraziamento va alle associazioni, commercianti e agricoltori che con il loro contributo hanno reso possibile questa lunga esperienza e il raggiungimento
della 25a edizione.

Il Presidente della Proloco
Carlo Pagani

Il Sindaco
Maurizio Mazzanti