#DopoAgribu. Ancora eventi dal 16 al 26 ottobre 2018

Close Icon
   
Contact Info     Tel e fax: 051.802888

Primaveranda 2018: al via la trentesima edizione della festa della primavera budriese

Un po’ come nelle favole, cammina, cammina, siamo giunti alla trentesima edizione di Primaveranda. Doverosa quindi una considerazione sul lavoro svolto in tutto questo tempo dall’Amministrazione Comunale e dalla Proloco “Lo Dolce Piano”, promotori di questo ormai tradizionale appuntamento primaverile con i cittadini di Budrio e non solo. Primaveranda nasce nel 1989, con il tema “natura e ambiente” che per quei tempi parve un argomento all’avanguardia.

Alle parole seguirono i fatti con la piantumazione del Bosco Eichenau in via Gobetti da parte dei bambini delle scuole elementari e dell’allora Istituto Agrario IPSA. Duecento piccole querce, che riempirono un’area pubblica, divenute in seguito alberi imponenti di oltre dieci metri di altezza. Lungimiranza? Forse, ma soprattutto il piacere di lasciare un segno e adoperarsi per qualcosa che potesse durare nel tempo per noi e le generazioni future. Lo spettacolo della Banda della 6° Flotta Americana, in piazza e in Teatro, galvanizzò la città insieme a decine di mostre sul tema della natura. Budrio si trovò interamente fiorita nelle strade e nelle vetrine con il contributo dei commercianti e delle associazioni di categoria, agricole e artigianali.

Primaveranda è andata via via sempre in crescendo, ed è divenuta la manifestazione più attesa dell’anno. Proprio in occasione della trentesima edizione, abbiamo voluto riportarla al tema iniziale: la natura e l’ambiente. I cambiamenti climatici ed un uso spesso irrazionale del nostro territorio inducono ad una riflessione che può essere sviluppata anche all’interno di Primaveranda. Pur non togliendo spazio al divertimento e allo spettacolo, abbiamo voluto inserire un ciclo di conferenze e un convegno regionale sui temi ambientali, ma soprattutto si è voluta riprendere la piantumazione di alberi e piante con i bambini, le associazioni e i cittadini. Quei bambini che piantarono il Bosco Eichenau oggi sono genitori quarantenni e possono aiutarci con i loro figli a continuare quel percorso. Un programma che complessivamente presenta oltre ottanta proposte di intrattenimenti tematici, culturali e di spettacolo con l’integrazione in occasione della Giornata Mondiale della Terra e le iniziative legate al tema conduttore. Nella giornata conclusiva si è voluta puntare l’attenzione sulla campagna budriese per raggiungere in bicicletta la Villa Il Roccolo di Via dei Bachieri a Vedrana, dove si esibirà la piccola Orchestra Sinfonica del Centro di Educazione Musicale Infantile. Alla Sala Rosa, inoltre, viene proposto un ulteriore capitolo nella riscoperta di Budriesi che hanno lasciato una impronta importante nella loro attività medica e di cura dell’Uomo.

L’ormai classico appuntamento che Pro-Loco propone con la gastronomia locale del Ristorante “Dalla Terra alla tavola” con le consuete proposte culinarie rispettose della stagionalità, offrirà un menù degno del miglior appuntamento.

Infine, Primaveranda chiuderà la sua trentesima edizione con il Gran Concerto per Trio d’Archi delle Sorelle Marzadori al Teatro Consorziale di Budrio. Un evento straordinario per gli appassionati di musica classica e che offrirà l’occasione all’Amministrazione Comunale di conferire loro il Riconoscimento “Budrio nel Mondo”.

Un doveroso ringraziamento a quanti, associazioni di categoria, di solidarietà e iniziativa sociale, commercianti e cittadini tutti hanno reso possibile il raggiungimento di questa trentesima edizione.

Il Presidente della Proloco
Carlo Pagani

Il Sindaco
Maurizio Mazzanti