Ritorna Agribu, l'autunno agricolo budriese! - Dal 30 settembre al 9 ottobre 2017

Close Icon
   
Contact Info     Tel e fax: 051.802888

Primaveranda 2015, si parte il 24 aprile. Tutto pronto per la 27ª edizione

primafNell’anno dell’EXPO di Milano anche Primaveranda non ha voluto sottrarsi al grande tema dell’alimentazione, un argomento caro al popolo bolognese, e perché no anche a quello budriese.
Alimentarsi oggi è più che mai una questione di genuinità e stagionalità, presupposti che possono esser figli solo di una corretta e attenta tutela dell’ambiente in cui viviamo e ci nutriamo.
L’idea di raccogliere slogan di Expo “Nutrire il pianeta, energia per la vita” è nata dagli operatori commerciali di Budrio, che dopo essere stati consultati dal nostro Luca Capitani, insieme hanno deciso di proporre il tema dell’EXPO al Consiglio direttivo della Proloco.
Ma in che modo declinare questo tema alla 27a edizione di Primaveranda?
Semplicemente andando a rispolverare per i palati raffinati le ricette della tradizione budriese: la torta di riso della nonna, la pinza, le raviole bagnate nell’alchermes… Del resto, il dolce non è forse la degna conclusione di un pasto eccellente?
Sì, ci è sembrato davvero giusto non lasciarci sfuggire questa opportunità, raccontare ai budriesi che la nostra buona cucina si ispira proprio alla tradizione ed è fatta di alimenti semplici preparati con materie prime eccellenti, possibilmente prodotte nel territorio, come da tempo ormai ci ha abituati la cucina dello stand gastronomico della Proloco.
Avete presente la Francia, dove ogni 40 chilometri i territori raccontano dei loro vini, dei formaggi e delle tradizioni culinarie? Ebbene, per una volta Budrio racconterà dei prodotti della sua terra, della sua cucina, riproporrà i suoi dolci per la gioia delle tenutarie di antiche ricette e di chi apprezza ancora la bontà del cibo. L’immancabile collaborazione con gli operatori commerciali consentirà lo svolgersi di iniziative parallele che vedranno la sana cucina riproporsi alla nostra città.
Segnalo l’allarme lanciato di Mario Pappagallo, giornalista del Corriere della Sera, il quale sul noto quotidiano ha scritto che allergie e intolleranze sono figlie dei cibi spazzatura. Se la nostra Pro Loco non ha la pretesa di risolvere i problemi del cibo-spazzatura, ha però assunto l’impegno di suggerire una buona alimentazione. Un’alimentazione che tenga conto della genuinità che il nostro mondo agricolo riesce ancora a offrirci con la stessa generosità e i sacrifici dei tempi in cui i problemi allergici erano pressoché sconosciuti.
Concludo con i ringraziamenti all’Amministrazione comunale di Budrio che, anche in un periodo di congiuntura sfavorevole, con il proprio contributo rende possibile questa bellissima manifestazione.

Carlo Pagani
Presidente Pro Loco