Ritorna Agribu, l'autunno agricolo budriese! - Dal 30 settembre al 9 ottobre 2017

Close Icon
   
Contact Info     Tel e fax: 051.802888

In via Garibaldi cresce un albero di ocarine

ao2Tanti bambini con le dita alzate, che indicano la loro ocarina, realizzata in ceramica e installata sul muro del Museo dell’Ocarina in via Garibaldi. Colorate e leggiadre, vanno a formare un grande albero delle ocarine, un’opera d’arte realizzata dalle scuole di Budrio, sotto l’ausilio dell’artigiana Lorenza Mignoli. Ieri è stata inaugurata, nell’ambito del VII Festival Internazionale dell’Ocarina di Budrio.

L’ALBERO DELLE OCARINE
È nata quasi per caso – si legge in un comunicato del Comune di Budrio – ma si è rivelata subito buona l’idea di coinvolgere ogni anno i bambini delle quarte della scuola primaria nella realizzazione di manufatti ceramici destinati ad “abbellire” il loro paese. Realizzarla è stato possibile anche perché in paese dal 1986 ha sede un laboratorio di ceramiche artistiche gestito da un’artigiana, Lorenza Mignoli, che ha sempre affiancato all’attività di produzione anche quella dell’insegnamento dell’arte ceramica. In questo modo ai già significativi obiettivi raggiunti da questi progetti (sviluppo della manualità, della creatività, del senso artistico, della capacità di astrazione e di lavorare in gruppo) si aggiunge l’importante risultato di allevare dei piccoli cittadini dotati di Senso Civico e di un legame speciale con il proprio paese, che i bambini sentono fortemente di aver contribuito ad abbellire. Alle formelle dei viali e agli aquiloni dell’asilo alle Creti, quest’anno si aggiunge l’Albero delle Ocarine, accanto all’ingresso del Museo dell’Ocarina in via Garibaldi.
L’opera realizzata in questo caso dai 125 bambini delle 6 classi quarte della Scuola Fedora Servetti Donati di Budrio avrà il compito di rendere visibile al cittadino, al turista, al passante la presenza di un importante luogo della cultura locale.