Ritorna Agribu, l'autunno agricolo budriese! - Dal 30 settembre al 9 ottobre 2017

Close Icon
   
Contact Info     Tel e fax: 051.802888

Buon compleanno signor Filopanti!

Chiamandosi Caffè Filopanti, venerdì 21 aprile la proprietaria vuole festeggiare il 205° compleanno del nostro concittadino più illustre (che cade il giorno prima), onorando la sua straordinaria figura. Come lo scorso anno, è stato proposto il coinvolgimento di studenti della nostra scuola media “Q. Filopanti” alla dirigente scolastica, prof. Patrizia Parma, che ha prontamente interpellato alcune classi con i loro docenti e così l’edizione 2017 vedrà la partecipazione delle classi III C e III F con le rispettive insegnanti Lorenza Pinardi e Franca Martinelli.
Protagonisti saranno i ragazzi che in varie forme – la lettera, le domande, le riflessioni personali, il rap, l’excursus storico, l’aneddoto – desiderano comunicare, interrogare, riflettere con Filopanti, attualizzando l’operato e la figura di questo grande uomo.

I ragazzi potranno esporre i loro pensieri in pubblico, dialogando, dopo il saluto del sindaco Giulio Pierini, con gli amici Ferruccio Melloni, appassionato di storia locale, e Gianluigi Parmeggiani, fisico-astronomo. Alla fine dell’incontro, potranno leccarsi i baffi con una buona merenda offerta dal caffè Filopanti e soprattutto spegnere la candelina che i pasticceri del caffè hanno decorato a sorpresa in onore dell’inventore dei fusi orari. Appuntamento a venerdì 21 aprile alle ore 10:00, con tutti i ragazzi delle scuole medie e i cittadini che vorranno assistere ad una giornata “speciale”.

La ricchezza, la profondità, la piacevolezza dei lavori degli studenti dello scorso anno è stata molto apprezzata, tanto che il presidente della Pro Loco Budrio, Carlo Pagani, ne ha predisposto la raccolta e una pubblicazione, che quest’anno sarà donato ai ragazzi e alle loro insegnanti come ricordo di un bel lavoro scolastico.
I bambini sono da sempre i più grandi scrittori e poeti perché utilizzano forme e contenuti in maniera creativa e originale, utilizzando la lingua con un’ampia fantasia e libertà, senza paura di sbagliare o di essere giudicati.

Quando poi l’approccio attivo e creativo permette non soltanto un apprendimento di conoscenze legate al programma scolastico ma anche lo sviluppo di conoscenze storiche, nella fattispecie di storia locale, allora il grande merito della scuola e delle istituzioni pubbliche e/o private che la sostengono è quello di potenziare il senso di identità sociale dei bambini e la loro appartenenza ad uno stesso territorio avvicinandoli al loro patrimonio culturale.
Festeggiare il compleanno di un personaggio illustre come Giuseppe Barilli vuol dire allora rendere significativo il legame tra il presente e il passato e contribuire alla formazione civica dei futuri cittadini. Per tutte queste buone ragioni, l’aver dato alle stampe la pubblicazione che raccoglie i frutti di questa esperienza didattica è per la nostra associazione motivo tanto di gratificazione quanto di grande compiacimento.

Carlo Pagani
Presidente Pro Loco Budrio

Foto e locandina dell’evento dell’anno scorso, 21 aprile 2016